Allerta alimentare per richiamo cereali al cioccolato: cosa contengono e cosa si rischia

allerta cereali
Tazza di cereali al cioccolato - Fonte: Adobe Stock

Nuova allerta alimentare per dei cereali con cocco e cioccolato. Scopriamo insieme di quali si tratta.

I cereali per la prima colazione sono tra gli alimenti più consumati e amati, sia dagli adulti che dai bambini. In quasi ogni famiglia se ne può trovare almeno una confezione. Grazie alla velocità con la quale si possono servire e consumare, rappresentano infatti un vero e proprio salvavita per mamme indaffarate o per chi desidera avere sempre a portata di mano qualcosa di goloso da sgranocchiare.

Ovviamente, anche i cereali rientrano tra gli alimenti che possono andare incontro a richiami alimentari di vario tipo. E proprio in questi giorni è stato diramato un richiamo per un lotto di cereali gusto cocco e cioccolato.

Richiamo per bocconcini di cereali

allerta cereali
cereali al cioccolato – Fonte: Adobe Stock

Ancora una volta, l’annuncio del richiamo alimentare arriva dal sito del Ministero della Salute che ha reso noto il possibile pericolo per dei cereali al cioccolato. A seguire tutte le informazioni che è bene conoscere per capire di quali si tratta.

  • Nome: Bocconcini di cereali tostati al forno con avena 18%, cocco 12% e cioccolato 7%
  • Marchio: S&P POP’n Cocco e cioccolato
  • Numero di lotto: 2019006
  • Data di scadenza: 08/07/2021
  • Confezione da 125 g
  • Marchio: Sapori & Piaceri
  • Produttore: Bankebakkerij Merba BV
  • Stabilimento: Wilheminakanaal Noord 2, 4902 VR Oosterhout The Netherlands
  • Ragione sociae: Fietta Spa
  • Motivo del richiamo: Presenza di ossido di etilene in quantità superiori a quelle previste per legge

Chiunque abbia in casa il lotto sopra indicato è pregato di non consumare i cereali per alcun motivo e di restituire il tutto presso il punto vendita. In questo modo sarà possibile ottenere un cambio o un rimborso. Dato il rischio piuttosto importante, per chi li avesse già consumati o somministrati ai più piccoli, è consigliabile contattare il medico curante.

Ossido di etilene: cos’è e perché fa male

pericolo
segnale d pericolo – Fonte: Adobe Stock

L’ossido di etilene è un potente pesticida che viene impiegato nell’industria alimentare al fine di proteggere gli alimenti dagli insetti e dalla formazione di muffe. Il suo utilizzo è quindi piuttosto comune. Purtroppo, si tratta anche di una sostanza nociva e che risulta essere cancerogena e potenzialmente dannosa per i reni. Per questo motivo è stata stabilita per legge una concentrazione massima oltre la quale non è possibile andare. Quando nei controlli a campione, un alimento ne presenta una concentrazione superiore a quella stabilita per legge, scatta quindi l’allerta alimentare che può essere rappresentata da un richiamo o dal ritiro stesso del prodotto dai vari punti vendita.

Quello dell’ossido di etilene, ultimamente è diventato un problema abbastanza grande per via di una quantità di semi di sesamo contaminati giunti dall’India. In poco tempo sono stati richiamati più di 80 prodotti e tra questi, i più recenti e ai quali è bene prestare attenzione sono:

Continuate a seguirci per restare sempre aggiornati sulle varie allerte alimentari. Un modo più che valido per prendersi cura di se e della propria famiglia.